La rendita delle case e degli immobili in affitto

Al giorno d’oggi possedere uno o più immobili è davvero importante, sia per avere un’abitazione tutta per sé e quindi non dover temere di sborsare elevate somme di denaro per una locazione e sia nel caso in cui, desiderando un’entrata fissa mensile, se ne voglia affittare qualcuno. Tale genere di profitto, tuttavia, tende a variare in base a diversi fattori, tra cui, ad esempio, il tipo di immobile, la sua ampiezza, la sua posizione, e con questi varia naturalmente, di conseguenza, anche la rendita di case e di immobili in affitto in generale.

Un proprietario ottiene solitamente un discreto profitto da un immobile dato in locazione, tuttavia non sono pochi i costi che egli deve anche sopportare, sia a livello di Irpef, che di imposte in generale e spese varie per il possesso di seconde case. Addirittura, delle volte, si corre il rischio di ottenere da esse più costi che profitti. Come dicevamo, comunque, le rendite che si percepiscono dall’affitto di immobili dipendono da svariati fattori che andremo a chiarire, così come andremo a scoprire pure dove tali rendite risultano più vantaggiose.

I fattori che influenzano i profitti derivanti dagli immobili in locazione

Come già accennato, il valore di un’abitazione, così come di un qualsiasi locale (sia esso un ufficio o un tradizionale box auto) tende a variare in base a diversi elementi. A seconda di tale valore, naturalmente è variabile anche la rendita che se ne può ottenere nel caso si volesse dare in locazione a qualche soggetto interessato. I fattori che incidono su questa rendita, dicevamo, sono assai vari.

Il primo è, evidentemente, la tipologia dell’immobile e le sue dimensioni. Sebbene in alcune città certi proprietari richiedano affitti esorbitanti anche per piccoli locali, in generale le dimensioni tendono ad incidere fortemente su un affitto e conseguentemente sulle rendite ottenute. Altro elemento importantissimo è il luogo in cui l’immobile è situato (regione, città o paese) e la sua posizione nell’ambito del territorio cittadino.

Infatti, una cosa è affittare un immobile in pieno centro nella città di Milano, ben altro invece è la periferia di un modesto paesino della provincia italiana. Altri elementi, tra i tanti, che possono influenzare una rendita e quindi il profitto che un proprietario può ottenere da una locazione sono i servizi offerti ed i collegamenti dei trasporti nei pressi della struttura, così come lo stato in cui essa si trovi.

Quanto possono rendere degli immobili affittati

Secondo gli ultimi studi di professionisti del settore, nel terzo trimestre 2018, la locazione di un immobile rende al suo proprietario, in generale, in media, un ritorno pecuniario di circa il 6%. Una quota davvero notevole e percentuale più alta considerando l’ultimo quadriennio. A livello geografico, invece, la località italiana che rende maggiormente risulta essere la cittadina piemontese di Biella, con un rendimento dell’8,8%, a cui fa seguito Vicenza (con un 7,8%) e poi, di seguito, Macerata e Taranto, entrambe al 7,7%.

Tra le località meno redditizie, invece, per coloro che concedono in affitto un immobile risultano esserci, a sorpresa, due città bellissime e turistiche, quali Siena e Venezia, che assieme alla ligure Imperia permettono un ritorno pecuniario soltanto del 4,1%. Per quanto riguarda le metropoli, Milano e Torino sono stabili al di sopra della media nazionale, con rendimenti entrambe di circa il 6,4%, la Capitale si attesta soltanto al 5,2%, mentre Napoli arriva al 4,6%.

Per quanto riguarda, invece, l’affitto di altre tipologie immobiliari, l’ambito con maggiori profitti è il Retail. In questo caso, la città più redditizia risulta essere Milano, col 15,2%, seguita poi da Genova e Trieste, rispettivamente col 15% e 13%. Al di sotto troviamo molti altri centri rinomati, stabilizzati tra il 12,6% di Roma ed il 10% di Verona. I rendimenti meno redditizi si trovano invece nelle liguri La Spezia e Savona (rispettivamente col 7,8% ed il 7,5%) ed a Pisa, ultima col 7,4%.

Nell’ambito particolare degli uffici, poi, i profitti maggiori si ottengono nella cittadina emiliano-romagnola di Ravenna, con un rendimento del 7,9%, a cui segue il 7,8% di Verona. In fondo alla classifica, molto distaccate, troviamo Pescara, Rimini e Pesaro, col 5,4%. Tra le grandi città, Milano rende meglio di Roma, con la prima al 7,1% e la seconda ferma al 6,4%.

Il settore che, purtroppo, rende davvero poco è quello dei box auto. La rendita più bassa per un loro proprietario è quella registrata a Napoli, col 3,2%. Tra le altre città italiane con i rendimenti invece più alti troviamo Firenze (col 8,7%), a cui fanno seguito ben distanziate la lombarda Monza (col 5,9%) e Palermo, ferma al 5,7%. Ancora una volta, anche in questo ambito, pur migliorando entrambe rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, Milano precede la Capitale, col 5,6% in confronto al 4,7% di quest’ultima.

Source: ProgEdil

Se ti piacciono le News Solari di BNR allora iscriviti ai nostri RSS feed  ci sono   lettori. Ci puoi seguire anche su Twitter o su facebook .

Impianti Fotovoltaici a partire da 79€ al mese e inizi a pagare dopo 6 mesi il completamento dell’installazione!

 Ti interessano i nostri Prodotti e Servizi? Allora che aspetti richiedi informazioni qui a lato subito

Lascia un commento